Special Partner
Sponsors

« Otranto e Maglie

Maglie


Il comune di Maglie, ridente cittadina a 30 km da Lecce, è situato nel cuore del Salento e gode di una posizione geografica strategica in quanto tappa obbligata per chi, dal capoluogo di provincia, voglia raggiungere alcuni centri balneari del Salento, quali Otranto, S. Cesarea, Castro, S. Maria di Leuca. Infatti Maglie dista solo 15 chilometri circa da Otranto, da Castro e da S. Cesarea (che si affacciano sul Mar Adriatico), circa 30 chilometri da Gallipoli (che si affaccia sul Mar Ionio) e circa 50 chilometri da S. Maria di Leuca.
Maglie è considerata oggi un importante centro commerciale, vistio numerosi palazzi che ospitano negozi e sede della vita politica del paese. Città in una dimensione più umana, con botteghe e artigiani, monumenti, chiesette, stradine ed un centro storico affascinante. Maglie è elegante e signorile come forse pochi altri centri.

Cosa visitare:

  • Chiesa Madonna delle Grazie e Colonna
  • Chiesa di San Nicola
  • Chiesa di S. Maria della Scala
  • Chiesa della Madonna di Costantinopoli
  • Chiesa di SS. Cosma e Damiano
  • Palazzo Baronale Capece
  • Monumento a Francesca Capece
  • Villa Tamborino e il suo parco
  • Museo Paleontologico

Nei dintorni:

  • Menhir e Dolmen su tutto il territorio circostante
  • Muro Leccese: Città Messapica, Museo di Borgo Terra, Piazza del Popolo
  • Orto botanico, La Cutura
  • Cripta bizantina di S. Giovanni

 

Colonna Madonna delle Grazie

maglie-location-colonna

La Colonna in pietra leccese, a fusto liscio, alta 15 metri venne eretta tra il 1684 e il 1687, committente la Confraternita della Natività detta anche Congregazione della Madonna delle Grazie. Mancano documenti da cui rilevare il nome dell’artefice, ma la tipologia rispecchia quella della colonna di Sant’Oronzo a Lecce dello Zimbalo. Sul basamento quadrangolare sono collocate ai lati le statue dei quattro protettori di Maglie: San Nicola, Sant’Oronzo, Sant’Antonio da Padova e San Leonardo. In cima, su di un capitello corinzio svetta la statua della Vergine.

Alla fine del XIX secolo un fulmine danneggiò in modo irreparabile la statua e parte del capitello. Fu così che per ben 17 anni la colonna rimase decapitata. Nel 1926 la Confraternita decise di affidare allo scultore magliese Luigi De Pascalis la realizzazione della nuova statua. Il busto della statua seicentesca della Vergine, caduta nel 1900, è attualmente collocata nel Largo Madonna delle Grazie. Questa colonna è stata resa celebre dallo schizzo del pittore francese Jean Louis Despréz (1778) conservato all’Accademia di Belle Arti di Stoccolma.

 

Chiesa Madonna delle Grazie

maglie-location-chiesa

La Chiesa della Madonna delle Grazie, recentemente restaurata, era nel passato conosciuta come Chiesa della Congregazione. La Chiesa, in stile barocco, ha una facciata semplice e lineare, quindi lontana dalle forme esuberanti, tipiche del barocco leccese. Costruita nella prima metà del XVI secolo, vide, per la sua realizzazione, l’alternarsi di artisti quali Agostino Martinelli e Giulio Cesare Penna. Sul portale, racchiuso tra due colonne tortili, è collocata la statua della Vergine col Bambino.
L’interno presenta un’unica navata, in fondo alla quale è collocato l’altare Maggiore realizzato nel 1645 dallo scultore Giovan Donato Chiarello. Rimarchevoli, inoltre, le piccole sculture presenti sopra l’altare raffiguranti l’Incoronazione della Vergine. Di particolare interesse sono gli affreschi impressi sulle vele della volta, risalenti al XVII secolo, che raffigurano “Angeli danzanti e musicanti” e la “Cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso Terrestre”. Tra le altre pitture ed opere, meritano una citazione:

la pala ad olio collocata sull’altare maggiore e raffigurante la Vergine col Bambino con i Santi Antonio Abate, Basilio e Antonio da Padova, opera realizzata, probabilmente, dal pittore Giuseppe Verrio;
le tele dei Dodici apostoli posizionate sulle pareti laterali, risalenti al XVII secolo;
il Confessionale realizzato dall’artista magliese Giuseppe Conte.

Condividi!